Racconti e immagini

18.11.2016: Assemblea generale dei soci U.O.E.I. - Faenza

Assemblea generale dei soci U.O.E.I. - Faenza

Venerdì 18 novembre 2016, alle ore 20.30, nella sede U.O.E.I. in viale Baccarini 27 - Faenza, si è tenuta l'assemblea generale dei soci della sezione U.O.E.I. di Faenza sotto la presidenza di Luciano Dumini per trattare i seguenti punti all'ordine del giorno:

  1. Relazione morale del Presidente della Sezione e relativa votazione;
  2. Rendiconto finanziario anno 2015/2016 e relativa votazione;
  3. Relazioni dei Responsabili di settore.
Il segretario dell'Assemblea Stefano Montanari
Relazione morale del Presidente

Quando si legge la pagina centrale del nostro notiziario "il Sentiero" che contiene il calendario delle attività di quattro mesi non siamo di fronte a tante iniziative tra loro separate settore per settore ma la pagina mette in evidenza una grande varietà di idee e proposte tali da soddisfare le più svariate esigenze e gusti dei soci.
Probabilmente non c'è associazione che per varietà di iniziative si possa assimilare alla nostra. Non sto ad elencare i settori che tutti voi già conoscete e dei quali tra poco udirete le corrispondenti relazioni ma mi basta ricordarne il numero: undici, oltre alla redazione cartacea del notiziario e alla redazione del sentiero.net.
Quando si è costituito il nuovo Consiglio direttivo risultante dalle votazioni del 27 novembre 2015 sono stati affrontati due temi che richiedevano adempimenti necessari per lo svolgimento delle attività sezionali:

  1. La stipula di un nuovo contratto di comodato gratuito con la proprietà dei locali utilizzati come sede U.O.E.I. poiché quello precedente era da poco scaduto (il prossimo sarà da stipulare tra sei anni, 2016/31 dicembre 2021) accompagnato da un apposito certificato delle caratteristiche energetiche dei locali;
  2. La pratica con il tribunale di Ravenna per la nomina di Giuseppe Sangiorgi quale nuovo direttore responsabile del "Sentiero" poiché il precedente direttore Francesco Marchi non era più in grado di adempiere a tale incarico per motivi di salute.
In relazione al risultato delle ultime elezioni nelle quali Franco Locatelli aveva deciso di non ripresentarsi e quindi di non assumere l'incarico di cassiere, particolarmente significativo era quello attribuito a Maria Teresa Villa che ha affiancato fino a pochi giorni fà l'opera di Locatelli per acquisire le conoscenze necessarie per proseguirne l'attività. Durante il pranzo della festa del socio abbiamo espresso un grande e caloroso saluto a Franco che per decine di anni è stato presente in sede mettendo a disposizione di chiunque la propria esperienza di socio U.O.E.I.
La partenza di Franco Locatelli ha comportato anche la sua sostituzione nella gestione delle presenze nella palestra per i corsi di ginnastica presciistica e l'incarico è stato assunto da Alessandro Gallegati che già organizza le camminate di "Faenza... passo dopo passo" del martedì e del venerdì sera (oltre alle camminate richieste in altre particolari occasioni).
Altro tema all'attenzione del Consiglio direttivo è stato quello del contenuto delle varie polizze di assicurazione intestate alla sezione e di quelle stipulate dal nazionale per la tutela dei dirigenti e dei soci. È un argomento sempre complesso da comprendere e che richiede una specifica competenza della materia in relazione ai casi di rischio probabili nei vari settori di attività. A queste coperture assicurative si aggiungono poi quelle della F.I.S.I. per gli sciatori e quelle dei camperisti affiliati alla Federazione nazionale A.C.T. Italia - Associazione Campeggiatori Turistici d'Italia.
Durante il Raduno nazionale a Udine (15-17 aprile 2016) è stato conferito il diploma di merito con distintivo d'oro ai due dirigenti dello Sci Club Alessandro Bubani e Marco Piazza per la loro attività in un settore che ha visto continuamente la presenza di numerosi piccoli e ragazzi che si divertono a gareggiare sulla neve. Nei giorni del raduno si è tenuta l'assemblea delle sezioni per l'elezione dei componenti del Consiglio centrale U.O.E.I. con la riconferma del presidente nazionale Marcello Da Prato e della presenza della nostra sezione nel Consiglio centrale.
Prima ho messo in evidenza la partenza di Franco Locatelli e le soluzioni decise per la sua sostituzione nell'organigramma sezionale ma a metà dell'anno, il primo giugno 2016, è venuto a mancare Antonio Graziani "Gigi" per tutti noi. Responsabile del settore turismo e cultura dopo numerosi anni di attività aveva portato la partecipazione dei soci ad un livello mai così numeroso e frequente. Per l'impegno profuso gli era stato conferito il diploma di merito con distintivo d'oro, massima onorificenza nazionale. Con la sua scomparsa il Consiglio direttivo ha dato mandato a Maria Teresa Villa e Anna Maria Vignoli (che già collaboravano con Gigi) di continuare, nei limiti a loro possibile, l'organizzazione del settore turismo.
Per quanto riguarda l'attività turistica siamo giunti a definire la possibilità di iscrizione predeterminando la data di inizio iscrizioni così come indicato sull'ultimo numero del notiziario distribuito nei giorni dell'ultima Festa della montagna. A questa clausola si è aggiunta quella della qualità di socio in regola col tesseramento. Siamo giunti a queste decisioni perché la precedente elasticità qualche volta dava origine a malumori tra chi desiderava partecipare ai viaggi ma era rimasto in lista di attesa.
A seguito del decesso di Antonio Graziani e a partire dal primo settembre 2016 Rosanna Gardella è entrata a far parte del Consiglio direttivo in quanto prima dei non eletti nelle votazioni del novembre 2015. Tuttavia la medesima Gardella, responsabile del settore camper, ha presentato le proprie dimissioni da tale incarico (30 settembre 2016) poiché lo svolgeva ormai da tre anni ritenendo utile una rotazione dell'incarico predetto. Alcuni componenti del gruppo si sono riuniti già alcune volte e Stefania Lasi ha accettato l'incarico di referente del gruppo. Durante questi incontri hanno ormai definito cinque itinerari da realizzare nel periodo marzo-giugno 2017. Pertanto tali programmi, opportunamente completati, appariranno nel prossimo numero del "Sentiero" e sul nostro sito internet.
Prima di terminare questa relazione ricordo che il 2 ottobre abbiamo partecipato alla festa delle associazioni con un ottimo risultato, dandoci la possibilità di far conoscere la nostra associazione alle tante persone che hanno frequentato la festa.
Nella Festa del socio a Imola sono stati consegnati gli attestati di fedeltà a cinque soci per i 50 anni di tesseramento e a 14 soci per i 25 anni.
Durante la Festa della montagna, alla presenza del Presidente nazionale Marcello Da Prato e del Segretario nazionale Galileo Venturini, è stata consegnata a Giuseppe Sangiorgi e Carlo Sangiorgi una targa in ceramica a ricordo della realizzazione della 50a edizione della Festa.
Nella riunione del Consiglio centrale a Pietrasanta (sabato 12 novembre) è stato deciso che il prossimo Raduno nazionale si svolgerà dal 1 al 4 giugno 2017 con turismo ed escursionismo in Croazia.

Pier Giorgio Gulmanelli
Relazione del Responsabile del settore "Amici del Mah-Jong"

Buona sera a tutti.
Come sapete, ormai da dodici anni, anche la nostra cara U.O.E.I. ha un gruppo di Mah-Jong: qualcuno si chiederà "cosa c'entra con escursionisti e turisti?" Ma noi pensiamo che anche un momento di gioco in collaborazione con tante altre realtà cittadine, come rioni e circoli di vario genere, contribuisca a farci conoscere e apprezzare.
Finita l'estate, con il mese di settembre sono ricominciate le gare e in particolare il lungo torneo "Coppa Città di Faenza". Come gruppo U.O.E.I. partecipiamo con due squadre. La prima parte di eliminatorie con 24 squadre è finita ed è cominciata la seconda che porterà alla assegnazione della coppa. La squadra con il nome "U.O.E.I." composta da Edda, Emanuela, Fosca e Toni, aiutati dalle riserve Serenella e Arte, si è qualificata con grande merito. La seconda squadra con il nome "SCI-U.O.E.I." composta da Laura, Maddalena, Mirella e Rosa, aiutati da Giorgio e Ennio, ha usufruito di un grosso colpo di così detta "fortuna" passando inaspettatamente il turno per pochissimi punti. La parte finale ripartirà da zero con le sedici squadre qualificate allo stesso livello: noi ci impegneremo per ottenere il massimo e, soprattutto, divertendoci.
Oltre al torneo, ogni settimana, nei vari circoli cittadini si svolgono gare dedicate alla solidarietà e in particolare in questo periodo la raccolta fondi è destinata alle popolazioni colpite dal terremoto e la partecipazione è sempre molto alta.
Il momento che stiamo vivendo è difficile e oltremodo preoccupante però anche una serata poco impegnativa, giocando tra amici, può aiutare ad alleggerire la tensione.
Invitando chi fosse interessato a partecipare, il gruppo Magionisti augura a tutti i soci Buone Feste!

Mirella Venturi
Relazione del Responsabile del settore "Camper e plein air"

È la 4a relazione prodotta per l'Assemblea da quando nella primavera 2013 è sorto il Settore "Camper e Plein Air".
Nell'esercizio 2015-2016 l'impegno prevalente è stato dedicato alle uscite:
  • Ottobre 2015 - nel modenese per i Sassi di Roccamalatina e le salse di Nirano;
  • Novembre 2015 - nel senese, presso un frantoio che, oltre alla gastronomia incentrata sull'olio d'oliva, propone escursioni alla scoperta della Toscana minore;
  • Dicembre 2015 - in Val Marecchia, per l'appuntamento della Festa degli Auguri, con cena in agriturismo e visite di Santarcangelo, Longiano e San Giovanni in Galilea;
  • Marzo 2016 - nel lodigiano e a Bobbio;
  • Aprile 2016 - in diversi luoghi del Polesine;
  • Maggio 2016 - in Val Brenta, per la 2a esperienza rafting e la visita a 4 ville venete;
  • Giugno 2016 - in Friuli per il ponte lungo della festa della Repubblica, toccando diverse località dell'Udinese. Prezioso è stato il supporto fornitoci dalla sez. U.O.E.I. di Udine per la visita alla loro città;
  • Settembre 2016 - in campagna nelle colline tra Faenza e Brisighella, gentilmente ospitati da un socio.
A fine giugno si è tenuta la 2a edizione delle Camperiadi, a Tredozio, con grande soddisfazione dato che le diverse prove di abilità, affrontate da tutti, adulti e ragazzi, hanno generato una graduatoria in cui i ragazzi si sono ben piazzati raggiungendo il podio.
Buona parte delle attività sono state illustrate con resoconti e foto sul giornale della U.O.E.I. "Il Sentiero". Sono stati prodotti 5 testi pubblicati in "Racconti e Immagini" nella pagina Internet http://faenza.uoei.it/RaccontiImmagini.html e alla voce "Consigli pratici" sono stati inseriti approfondimenti su argomenti tecnici quali: GPS, pneumatici, libretto di circolazione, ecc.
La pagina Facebook del Settore è consultata e raccoglie interesse.
Dieci sono stati gli incontri mensili in sede, per messa a punto di iniziative e scambio di punti di vista e di esperienze.
La tradizionale "Festa degli Auguri" del Settore si terrà il 3 e 4 dicembre 2016.
Tra i diversi fatti in corso d'anno registriamo:
  • L'adesione di alcuni componenti del Settore ad iniziative di: Turismo, Escursionismo, Festa della montagna;
  • L'interregionalità del Settore, con l'adesione di un nuovo associato del padovano;
  • L'attivazione di una convenzione specifica con "Faenza Caravan" aperta a tutti i soci U.O.E.I.
Un grazie va:
  • Agli associati e loro familiari e ai simpatizzanti che partecipano alla vita del Settore e a coloro che sono impegnati per le uscite, le iniziative e hanno dato contributi di idee o di attività;
  • Al Consiglio direttivo, al suo Presidente e alla Redazione del periodico "Il Sentiero" e "Il Sentiero.net" dove c'è spazio dedicato al Settore.
Per il nuovo anno, buon lavoro al Consiglio direttivo e a tutti Settori, compreso questo, che da alcune settimane ha una nuova referente.

Rosanna Gardella - Responsabile settore Camper fino al 30.09.2016
Relazione del Responsabile del settore "Escursionismo"

Carissimi soci, anche la stagione 2016 volge ormai al termine ed è tempo di bilanci e considerazioni a proposito dell'operato svolto all'interno del settore escursionismo.
Numerose come ogni anno sono state le uscite lungo i sentieri del nostro Appennino Tosco-Romagnolo, fra le quali vale certamente la pena citare l'escursione del 1 maggio al Cippo dell'Alpino col gruppo forlimpopolese "Funghi e Flora" nell'affascinante scenario del Monte Comero, la traversata da Moraduccio a Palazzuolo sul Senio, organizzata insieme ad Anna Boschi e la traversata da Verghereto al Sacro Eremo della Verna in collaborazione con Gabriella Galeotti.
Non sono mancate le passeggiate intorno a Fontana Moneta, accompagnate dai gustosi pranzi preparati da Pietro Cavina, Sergio e Maria Suzzi, Piero Mengozzi e tutto lo staff che si occupa dell'aspetto culinario.
Come di consueto ha avuto luogo la cura della rete sentieristica di cui si occupa la nostra Associazione e per questo un caloroso ringraziamento va ai soci Franco Buldorini, Ivano Duranti, Maurizio Bondi, Renato Liverani e a quanti di voi hanno preso parte alle giornate della manutenzione.
Ogni mese, in occasione del plenilunio, si sono svolte le classiche escursioni serali organizzate da Gabriella Galeotti.
È inoltre doveroso fare menzione delle gite di più giorni svoltesi sul Monviso, in quel di Ascoli Piceno, in Puglia e Basilicata e nell'Arcipelago Toscano, a cura di Francesco Ferro in collaborazione con Anna Maria Vignoli e Maria Teresa Villa del settore Turismo e Cultura.
Un ricordo speciale va all'amico Antonio Graziani detto "Gigi", recentemente scomparso.
Da segnalare anche l'escursione del 21 agosto in occasione del "Sentiero Garibaldi Festival", nell'ambito dell'Anno Nazionale dei Cammini, guidata da Francesco Ferro tra Popolano e Valnera.
Sul medesimo percorso, nel mese di ottobre, due classi della scuola media di Borgo S.Lorenzo sono state accompagnate dal sottoscritto col valido aiuto di Pietro Cavina, Bruno Melandri e del prof. Maurizio Mari, esperto di storia garibaldina.
Concludo ringraziando di cuore tutti i miei collaboratori: Francesco Ferro, Valeria Giangrandi, Massimo Biraghi, Elio Bombardini, Gabriella Galeotti, Anna Boschi, Sergio Suzzi, Pietro Cavina, Alfredo Liverani, e grazie naturalmente a tutti voi, cari amici, che ogni domenica prendete parte alle nostre iniziative di cui è già pronto un nutrito calendario per il nuovo anno ormai alle porte.
Buona serata e soprattutto buone escursioni con l'U.O.E.I.!

Cristian Buranti
Relazione del Responsabile del settore "Festa della montagna"

Edizione speciale per i 50 anni della Festa della Montagna U.O.E.I.
Per 15 giorni alla Galleria Comunale d'Arte la mostra retrospettiva "Immagini ed emozioni d'autore" è stata l'occasione per ricordare, attraverso quasi 200 foto, articoli, cimeli, le presenze a Faenza e i momenti più belli di tanti protagonisti dello sport e dell'avventura.
Come Reinhold Messner che dopo 35 anni per la terza volta è tornato in città per l'U.O.E.I.
Tanta folla alla "Molinella" dove il famoso alpinista, esploratore, scrittore, assieme all'assessore alla cultura e vicesindaco Massimo Isola ha inaugurato l'esposizione.
In seguito, il teatro "Masini" ha accolto Messner per l'apprezzatissima conferenza "La vita secondo me", in cui ha commentato filmati e immagini.
La data dell'evento è coincisa con un anniversario particolare: 30 anni fa divenne famoso come "il re degli Ottomila", quando, raggiungendo la vetta del Lhotse, fu il primo uomo ad aver messo piede sulle vette di tutte le 14 montagne più alte della Terra.
Dal 26 al 28 ottobre, la seconda parte della "Festa della Montagna" si è svolta nella consueta cornice della sala "Zanelli" al centro fieristico. Nel primo incontro, tanti applausi per i giornalisti Piero Badaloni e Fausta Slanzi che hanno condotto il pubblico in un viaggio nelle Dolomiti patrimonio dell'Umanità UNESCO, e il disegnatore trentino Fabio Vettori che ha realizzato un'opera ad hoc per la ricorrenza dell'U.O.E.I. faentina, dopo aver condotto una serie di laboratori didattici con i bambini della scuola elementare "San Rocco". La consigliera regionale Manuela Rontini e l'assessore Andrea Luccaroni hanno portato i saluti della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Faenza, che hanno patrocinato l'intera manifestazione.
Lo sport e la natura sono stati al centro dell'appuntamento con il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano riserva MAB UNESCO e i suoi campioni "fatti in casa" Giuliano Razzoli, medaglia d'oro nello slalom speciale alle Olimpiadi di Vancouver 2010 in Canada, che ha presentato in anteprima il suo libro "Vai Razzo veloce e feroce" (Infinito Edizioni) e Davide Guiducci, più volte vincitore del titolo europeo e mondiale di deltaplano a squadre. Con i due atleti reggiani, il presidente e il direttore del parco Fausto Giovanelli e Giuseppe Vignali. Sul palco della "Zanelli" sono apparsi anche i ragazzi del nostro Sci Club insieme ai loro dirigenti Bubani e Piazza.
Non è mancata la sorpresa nell'ultima serata a cui hanno partecipato il sindaco Giovanni Malpezzi e l'assessore allo sport Claudia Zivieri.
Peter Fill, vincitore della Coppa del Mondo di sci discesa libera, numero uno della velocità azzurra, è arrivato a Faenza per sostituire il compagno di squadra Christof Innerhofer che, a 7 ore dalla serata, è venuto meno all'impegno preso mesi prima, comunicando di rimanere ad allenarsi in Val Senales. Meglio così perchè Fill si è dimostrato persona di grande disponibilità come il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Flavio Roda che ha anticipato i temi della stagione agonistica ormai alle porte. Nella terza serata erano presenti il nostro Presidente nazionale Marcello Da Prato accompagnato dal Segretario nazionale Galileo Venturini.
L'alpinista, giornalista e fotoreporter Michele Dalla Palma è tornato dopo 16 anni con le sue foto e un simpatico intervento finale delle terme slovene di Olimia ha chiuso la kermesse.
La Festa della Montagna ha raggiunto numeri eccezionali: circa 1000 spettatori in tre serate alla "Zanelli", 500 al teatro "Masini" per Messner, più di 700 i visitatori registrati della mostra.
Giuseppe Sangiorgi
Relazione del Responsabile del settore "Foto Club immagini dal mondo"

Il ciclo delle proiezioni di quest'anno si è svolto in quattordici serate con un'ampia partecipazione di nuovi autori oltre ai soci abituali. Abbiamo proseguito nelle proiezioni resoconto dei viaggi organizzati dall'U.O.E.I. a cui si sono uniti i reportage di viaggi in altre nazioni o continenti, le foto artistiche e le foto d'ambiente. Ogni viaggio viene vissuto con delle aspettative e chi lo affronta cerca di raccontarlo nel modo migliore attraverso le immagini. Da uno sguardo attento escono le foto migliori anche del quotidiano che ci circonda. Si può affermare con soddisfazione che gli autori che hanno partecipato alle nostre proiezioni hanno espresso al meglio le loro competenze, non sono stati banali, hanno manifestato una buona tecnica fotografica. Le immagini proiettate sono state di qualità, accompagnate spesso da spiegazioni molto esaurienti. Mediamente abbiamo avuto una discreta adesione di spettatori con picchi di partecipazione durante le proiezioni degli autori più conosciuti.
Il programma si è svolto nelle seguenti date:
  • 17.11.2015 - "Olanda e la Valle del Reno" di Massimo Biraghi e Maria Teresa Villa;
  • 15.12.2015 - "Parigi e la Valle della Loira" di Massimo Biraghi e Maria Teresa Villa;
  • 12.01.2016 - "I monti Sibillini e i castelli del Trentino" di Renato Avato;
  • 19.01.2016 - "Viaggio in Namibia: la Svizzera dell'Africa, un paese che non smette di stupire" di Rosalba Pezzi;
  • 02.02.2016 - "Da Mosca al Mar Caspio: 3.000 km sul Volga" di Pier Giorgio Gulmanelli;
  • 16.02.2016 - "Costarica: un paradiso fra due oceani" di Franco Ferretti e Doriana Rambelli;
  • 01.03.2016 - "Australia - Asi es la vida - Vite d'acqua - Vite di terra e di cielo" di Romano Cicognani;
  • 15.03.2016 - "Fantasie degli autori" del FAB di Brisighella;
  • 29.03.2016 - "Il mio viaggio a Capo Nord. Pensavo fosse un'avventura" di Roberto Manca;
  • 12.04.2016 - "Like a Rolling Stone - India Kumbh Mela HD - USA 2014 - Kenya Migrazione - A te" di Anna e Massimo Bottoni;
  • 26.04.2016 - "Non solo viaggi 2016. Serata di proiezioni audiovisivi dedicata al reportage di viaggio, alla fotografia naturalistica e racconti frutto della fantasia" di Andrea Severi;
  • 17.05.2016 - "Giappone: il fascino del Sol Levante - Capodanno a Zagabria con l'U.O.E.I." di Morelli Romano;
  • 31.05.2016 - "Galles e Cornovaglia tra natura e leggenda" di Domenica Cimatti;
  • 07.05.2016 - "L'isola di Cipro - Alcune fantasie del fotografo" di Massimo Biraghi e Maria Teresa Villa.
Massimo Biraghi
Relazione del Responsabile dei settori "il Sentiero" e "Sentiero net"

Durante quest'anno sono stati pubblicati tre numeri quadrimestrali per un totale di 34 pagine di cui nove a colori. Il numero delle copie stampate per ogni numero è stato di 2000-2200 a seconda degli avvenimenti esposti nell'edizione cartacea. Normalmente 1000 copie sono spedite con la posta mentre le altre sono distribuite a mano da parte dei responsabili di settore e dei loro collaboratori. Purtroppo la spedizione postale sta divenendo difficoltosa poichè la consegna non è più giornaliera ma si riduce a 2-3 volte alla settimana. Questo significa che il tempo di consegna si sta raddoppiando dopo che la tipografia ha consegnato i pacchi divisi per codice di avviamento postale. Pacchi che da Faenza vanno a Forlì, da Forlì a Bologna, da Bologna a Faenza (in gran parte).
Ce la mettiamo tutta per continuare a pubblicare "il Sentiero" che appare anche sul sito internet. Anzi, prima appare sul sito poi con il trascorrere del tempo giunge nella casa dei soci.
Come sempre le fonti di informazione e le fotografie pervengono dai responsabili di settore ma poi complesso è il lavoro per creare la bozza di stampa necessaria alla tipografia per la stesura finale.
Dopo tutto l'impegno di Elisa Cavina e Alfredo Liverani vi invito a leggere e diffondere sempre più il notiziario che il prossimo anno entra nel 28° (di fatto 29°) anno di pubblicazione.

Pier Giorgio Gulmanelli
Relazione del Responsabile del settore "Sci Club"

Quest'inverno è cominciato in un modo piuttosto anomalo: poca neve e giornate calde che hanno creato non poche difficoltà alle località sciistiche. Nonostante tutto siamo riusciti come Sci Club e come Ski Team ad organizzare e ad onorare gli impegni che ci eravamo prefissati.
Così è stato per il week end prima neve a Sesto in Val Pusteria dall'11 al 13 dicembre 2015 che ha potuto contare circa 80 partecipanti. Il secondo appuntamento è stato dal 3 al 5 gennaio 2016 a Pozza di Fassa, dove andiamo già da qualche anno. Anche qui abbiamo avuto qualche problemino causa la mancanza di neve, le piste non erano tutte aperte per cui erano limitati anche i posti dove potersi allenare.

Domenica 24 gennaio abbiamo partecipato alla Fase Regionale del Trofeo delle Regioni, gara di slalom gigante riservata alle categorie da "Giovani" a "Master" ovvero dai maggiorenni in su ottenendo il 10° posto su 19 sci club partecipanti. Questo ci ha concesso di poter partecipare alla Fase Nazionale del Trofeo che si è svolta al Passo San Pellegrino in data 02/03 aprile 2016. Una considerazione importante sta nel fatto che è stata la prima volta nella storia del nostro Sci Club che raggiungiamo la Fase Nazionale di una così prestigiosa manifestazione.

In data 12 febbraio 2016 si è tenuto il 3° Memorial "Francesco Drei", gara di slalom gigante valevole come campionato faentino tra le scuole medie inferiori organizzata dallo Sci Club U.O.E.I. in collaborazione con i dirigenti scolastici e professori di educazione fisica dei vari plessi faentini. Anche se per pochi punti la scuola vincitrice è risultata l'Istituto Comprensivo Europa, premiati sul campo dal presidente Nazionale Marcello Da Prato e dal Segretario Galileo Venturini.
Il 27 e il 28 febbraio abbiamo chiuso le sessioni di allenamento sempre a Pozza di Fassa prima delle nostre gare classiche che quest'anno si sono svolte a San Martino di Castrozza il 12 e 13 Marzo; due gare di Slalom Gigante valevoli come Campionato Provinciale e Campionato Romagnolo e una Gara di Slalom Parallelo riservato alle categorie giovanili.

La stagione appena conclusa è stata una delle più entusiasmanti degli ultimi anni. Dopo l'exploit della stagione 2014-2015 che ci ha visti vincitori del Campionato Provinciale assoluto, vincitori del trofeo "Memorial Agos Ghinassi" dedicato ai giovani e il quarto posto tra tutti gli sci club della Romagna, lo scorso anno abbiamo replicato imponendoci in entrambi i trofei ma arrivando sul podio nel campionato romagnolo che ci ha visti al secondo posto per pochissimi punti dietro al solo Sci Club Forlì.

Mercoledì 1 giugno abbiamo chiuso questa stupenda stagione con la cena di fine attività presso il Ristorante Pizzeria a Cassanigo con la partecipazione di oltre 110 persone. Alla serata sono intervenuti il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi e il consigliere regionale della FISI, Claudio Veltro che hanno effettuato di persona le premiazioni del Campionato Sociale.

Pensiamo quindi in definitiva di avere svolto un buon lavoro di gruppo, raggiungendo anche obiettivi inaspettati ma che hanno portato il nostro Sci Club ai vertici provinciali mantenendo i valori dello sport, della lealtà sportiva e dell'amicizia tra i soci.

Alessandro Bubani
Relazione delle Responsabili del settore "Turismo e Cultura"

Il settore del Turismo e Cultura ha organizzato molte iniziative che hanno riscosso una buona partecipazione. In alcune la richiesta è stata superiore ai posti disponibili con rammarico di alcuni soci che non hanno potuto partecipare, inoltre molti amici e conoscenti nel corso dell'anno sono entrati per la prima volta a far parte della nostra associazione.
È continuata la collaborazione con altri settori, in particolare con l'escursionismo per iniziative congiunte.
Sono state visitate importanti mostre a Firenze, Ravenna e Forlì a cui è stata abbinata la scoperta di luoghi particolarmente interessanti che normalmente non vengono proposti ai turisti. Non possiamo dimenticare la Venezia armena e il suo carnevale, i tre giorni a Roma con visita del Quirinale e Tivoli con le sue ville, il Friuli, in particolare Udine dove è stato organizzato il raduno Nazionale U.O.E.I. e con l'occasione sono state visitate Gorizia, Cividale del Friuli e Palmanova.
Escursionisti e turisti si sono uniti per le gite a Macerata e Ascoli Piceno con la montagna dei fiori, a Saluzzo e le Langhe con l'escursione sul Monviso, all'isola d'Elba con l'escursione al Monte Capanne e a Pianosa, un'isola meravigliosa per le bellezze naturalistiche incontaminate.
Vorrei ricordare anche i viaggi più impegnativi e lunghi svolti nel corso dell'anno.
È stato organizzato un Capodanno molto soddisfacente a Zagabria con la visita di Lubiana e di altri piccoli paesi della Slovenia e della Croazia che normalmente non vengono proposti ai turisti.
All'inizio di maggio abbiamo trascorso una bella settimana prima in Basilicata con la visita di Venosa e Matera poi siamo andati alla scoperta delle bellezze artistiche e naturalistiche delle città del Salento e di altre località della Puglia comprese le isole Tremiti. Non dobbiamo dimenticare anche il trekking nella Murgia materana e a Porto Selvaggio.
Anche il viaggio in Cornovaglia ha riscosso un buon successo per il numero dei partecipanti, per lo splendore, la ricchezza di storia, cultura e paesaggistica delle località visitate.
Dicevo all'inizio: tutte hanno avuto grande successo e la soddisfazione degli organizzatori non è tanto quella di riempire il pullman, ma il piacere ogni volta di ritrovarsi, di stare insieme, di socializzare, di organizzare la passeggiata dopo cena o la partita a carte, vedere e sentire la soddisfazione dei partecipanti e anche le critiche a gita conclusa, ma soprattutto di fare e vedere nascere sempre nuove amicizie. Io credo che questo sia stato lo spirito di quel gruppo di amici che oltre cento anni fa hanno deciso di organizzare il loro tempo libero in modo diverso, salutare e divertente, per distrarsi dalle difficoltà quotidiane e hanno fondato l'U.O.E.I.
Purtroppo a inizio giugno l'Associazione è stata colpita da un grave lutto in quanto è venuto a mancare Antonio Graziani, la colonna portante del gruppo turismo, che negli anni ha seguito con passione e impegno un settore in continua crescita ed evoluzione. Questa preziosa eredità non poteva andare dispersa per cui noi collaboratori abbiamo assunto l'onere di continuare la sua attività mantenendo le modalità di lavoro che abbiamo appreso in questi anni, impegnandoci a preparare programmi in linea con i livelli qualitativi a cui ci aveva abituato e cercando di portarli a termine in armonia, collaborazione e umiltà che stanno alla base della buona riuscita delle iniziative.
Ringraziamo tutti i soci che hanno partecipato numerosi alle nostre iniziative con l'invito a proseguire con l'U.O.E.I. e aderire ai programmi che sono già stati pubblicati nel nuovo notiziario.

Maria Teresa Villa e Anna Maria Vignoli




Go Top

Valid XHTML 1.0 Transitional