Escursionismo

27.09.2015: Ritorno sul sentiero Frassati

RITORNO SUL SENTIERO FRASSATI

Il Sentiero Frassati dell'Emilia Romagna non necessita certo di pubblicità e presentazioni: è stato inaugurato nel 2010 per celebrare Piergiorgio Frassati, un grande personaggio della fede proclamato santo da Papa Karol Wojtyła, che ha dedicato la sua breve vita alla causa dei malati e dei bisognosi ed ha sempre nutrito un'intensa passione per la montagna.
Il Sentiero è costituito da due percorsi che partono entrambi dal rifugio U.O.E.I. di Fontana Moneta e sono curati dalla nostra associazione in collaborazione con le sezioni CAI di Lugo, Faenza e Ravenna. Vi è un anello breve, della durata di circa quattro ore, ed uno più lungo ed impegnativo da sei ore e si sviluppano nell'alto bacino del torrente Sintria.
È proprio l'anello di maggior durata che prenderemo in considerazione il 27 settembre e torneremo dopo alcuni anni a percorrerlo assieme agli amici del CAI di Ravenna, capitanati da Dino Giommi. Sarà senz'altro una gradevole esperienza da condividere coi nostri occasionali compagni d'avventura che raramente frequentano questa zona dell'Appennino Faentino. Per loro sarà un'ottima occasione per approfondire la conoscenza di un territorio che certamente non li lascerà indifferenti o delusi. La valle del Sintria, ricca di vetusti castagneti e folti rimboschimenti di pino abbarbicati alle aspre pendici dei monti dagli spogli crinali di galestro e disseminata di antichi ruderi di case coloniche, che testimoniano la dura esistenza degli abitanti di questi luoghi isolati e impervi, è un ambiente che emana grande fascino, che anche noi frequentatori abituali continuiamo a percepire, percorrendone ogni volta i sentieri con piacere e riscoprendone gli angoli più intimi e selvaggi con rinnovato stupore.

Cristian Buranti





Valid XHTML 1.0 Transitional